giovedì 8 dicembre 2016

"Aperitivo in concerto": il concerto di Natale è con Ester Rada, la regina del soul


Il concerto di Natale della rassegna "Aperitivo in concerto" sarà tra groove e rhytm' n blues. Domenica 11 dicembre, alle 11, sul palco del teatro Manzoni di Milano salirà infatti Ester Rada, la nuova regina del soul. Per la cantante etiope-israeliana si tratta della prima e unica data italiana.
Ogni anno, "Aperitivo in Concerto" presenta, in prossimità delle feste natalizie, uno spettacolo che sappia coniugare la più alta qualità ideativa con la capacità d'intrattenere, nella convinzione che la Cultura possa e sappia essere anche un’altissima forma di comunicazione e divulgazione. Come Concerto di Natale 2016 ancora una volta è stato scelto un progetto capace di innovare e rinnovare la tradizione, ospitando la splendida cantante etiope-israeliana Ester Rada, interprete che ha dimostrato di saper rileggere con trascinante ed esplosiva vitalità tradizioni come quella etiope e quelle mediorientali all’insegna di una vocalità che trae esempio dalle lezioni di interpreti storiche africano-americane come Ella Fitzgerald, Nina Simone, Aretha Franklin e, in tempi ancora più vicini a noi, Eryka Badu e Lauryn Hill.
Vera e propria regina del nu-soul dalla presenza scenica trascinante, la Rada si sta affermando sui palcoscenici più prestigiosi di tutto il mondo con una straordinaria creatività “meticcia”: un impasto musicale dall’incontenibile vitalità e che fa riferimento al soul, al cosiddetto ethio-jazz (l’originalissimo connubio fra jazz e la tradizione musicale etiope realizzata da artisti come Mulatu Astatke e Mahmoud Ahmed), al canto religioso ebraico, al groove, al R&B, al funk. Autentico animale da palcoscenico, Ester Rada testimonia la nuova creatività che quotidianamente ormai ci giunge da ogni parte del globo, fondendo linguaggi, culture e tradizioni diverse e dando vita a sincretismi che già oggi sono la colonna sonora del nostro domani.
Oggi Ester Rada è una fra le più significative interpreti internazionali a emergere dalla scena israeliana, in un contesto dominato da sempre dalle grandi voci africano-americane. Il connubio fra culture e tradizioni diverse che il suo stile di canto incarna aggiunge ulteriore fascino all’impresa.

Post più popolari